casa editrice
book on demand
servizi preventivo
contatti
 
 
COLLANE
Academy
E-Colibrì
Excellence
I Memorabili
Parole & Musica
TenerAmente
 
collane a confronto
 
CATALOGO
    SCARICA IN PDF
 
 
NEWSLETTER
ISCRIVITI ALLA
NOSTRA NEWSLETTER!

per ricevere tutte le novita'!!!
 
iscriviti
 
RIFLESSIONI
Leggo per legittima difesa.
W. Allen
 
E vanno gli uomini ad ammirare le vette dei monti, ed i grandi flutti del mare, ed il lungo corso dei fiumi, e l'immensità dell'Oceano, ed il volgere degli astri...e si dimenticano di sé medesimi.
Sant'Agostino
 
Un romanzo è in pratica una forma protestante di arte; è un prodotto di una mente libera, di un individuo autonomo.
G. Orwell
 
Abìtuati a considerare con estrema attenzione le parole degli altri, e per quanto puoi entra nell'anima di chi sta parlando.
Marco Aurelio
La Bohème - Giacomo Puccini

Formato: 11x18 cm
Rilegatura: brossura fresata

Pagine: 136
Anno: 2009
ISBN: 978-88-96571-06-4
Prezzo: € 6

Leggi le prime pagine  
acquista
INVIACI IL TUO COMMENTO
 
Giacomo Puccini

La Bohème
 
Collana: Parole & Musica
Genere: Opera Lirica
 
La Bohème è un'opera lirica in quattro quadri di Giacomo Puccini, su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica. Ispirato al romanzo di Henri Murger Scènes de la vie de Bohème. Parigi del 1830. In soffitta. La vigilia di Natale. Il pittore Marcello e il poeta Rodolfo tentando di scaldarsi con la fiamma di un caminetto. Giunge il filosofo Colline, che si unisce a loro. Infine il musicista Schaunard entra trionfante con un cesto pieno di cibo e la notizia di aver finalmente guadagnato qualche soldo. È quasi sera e i quattro bohémiens decidono di andare al caffè di Momus. Rodolfo si attarda un po' in casa e rimasto solo, sente bussare alla porta, è Mimì, giovine vicina di casa che cerca una candela per poter riaccendere il lume ma la ragazza si sente male: è il primo sintomo della tisi. Quindi fa per andarsene, quando si accorge di aver perso la chiave della stanza e così inginocchiati fanno per cercarla sul pavimento, al buio. Rodolfo la trova per primo e la nasconde in una tasca. Quando la sua mano incontra quella di Mimì, il poeta chiede alla fanciulla di parlargli di lei. Gli amici vengono a reclamare Rodolfo e così Mimì accetta di accompagnarlo e i due raggiungono gli altri bohèmiens. Al caffè si presenta anche Musetta, una vecchia fiamma di Marcello, che fa di tutto per attirare la sua attenzione, esibendosi. Marcello non può resisterle e i due amanti fuggono insieme agli altri amici. Febbraio. La vita in comune si è rivelata ben presto impossibile: le scene di gelosia fra Marcello e Musetta sono ormai continue, come pure i litigi e le incomprensioni fra Rodolfo e Mimì, accusata di leggerezza e di infedeltà. I due vorrebbero separarsi, ma lo struggente rimpianto delle ore felici trascorse insieme li spinge a rinviare l'addio alla primavera. Mentre Marcello e Musetta si separano dopo una furiosa litigata. In soffitta. Ormai separati, Marcello e Rodolfo si confidano le pene d'amore. All'improvviso sopraggiunge Musetta, che accompagna Mimì, ormai prossima alla fine. Qui, ricordando con infinita tenerezza i giorni del loro amore, Mimì si spegne dolcemente circondata dal calore degli amici e dell'amato Rodolfo.
 
I vostri commenti
Non ci sono commenti inseriti

area docenti | area clienti | pagamenti & spedizioni | distribuzione | faq | privacy

© 2009 - SCREENPRESS EDIZIONI di Giovanna Crivello - P. IVA 02356180816 - info@screenpress.it

NEWS
 
LINK CONSIGLIATI
Libri e Scrittori
Scrittori Emergenti
Danae libri
Concorsi Letterari
 
TAGS