casa editrice
book on demand
servizi preventivo
contatti
 
 
COLLANE
Academy
E-Colibrì
Excellence
I Memorabili
Parole & Musica
TenerAmente
 
collane a confronto
 
CATALOGO
    SCARICA IN PDF
 
 
NEWSLETTER
ISCRIVITI ALLA
NOSTRA NEWSLETTER!

per ricevere tutte le novita'!!!
 
iscriviti
 
RIFLESSIONI
La lunghezza effettiva della vita è data dal numero di giorni diversi che un individuo riesce a vivere. Quelli uguali non contano.
L. De Crescenzo
 
Non permettere alla lingua di oltrepassare il pensiero.
A. P. Cechov
 
Leggo per legittima difesa.
W. Allen
 
La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro. Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare.
A. Schopenhauer
Un popolo per l'Europa - Ettore Perrella

Formato: 14x20,5 cm
Rilegatura: brossura fresata

Pagine: 346
Anno: 2010
ISBN: 978-88-96571-11-8
Prezzo: € 20,5

Leggi le prime pagine  
acquista
INVIACI IL TUO COMMENTO
 
Ettore Perrella

Un popolo per l'Europa
Principi politici della globalizzazione
 
Collana: E-Colibrì
Genere: Saggistica
 
Pur partendo da un’analisi della situazione politica italiana, dall’assassinio di Moro fino ad oggi, questo libro s’interroga sullo statuto teorico e pratico della politica nel mondo “globalizzato”. La dialettica che s’instaura oggi fra tradizioni e culture diverse non comporta che l’occidente debba dimenticare i propri principi, riassunti nel primato liberale dell’individuo sullo stato. Solo questi principi possono salvaguardare al tempo stesso i diritti dei singoli e le esigenze complessive delle società e degli stati. La debolezza del liberalismo deriverebbe per alcuni dalla sua incapacità di rendere ragione dei propri fondamenti. A proposito di questo problema teorico cruciale, dopo aver scartato l’ipotesi teologico-politica e trovando insufficiente quella costituzionale (perché ogni costituzione si fonda in effetti su un ordinamento giuridico già costituito), si sostiene qui che la fondazione d’un ordinamento politico e/o giuridico sta solo nell’etica come teoria dell’atto (da non confondersi con la morale). La democrazia liberale è fondata in realtà proprio nella libertà d’agire che riconosce ai singoli, prima ancora che alle masse ed agli stati. Solo loro, infatti, tessono il complesso reticolo politico della società civile. Rimettere la società civile a capo della politica oggi comporta una trasformazione di molti vecchi parametri pratici e concettuali. Il primo compito d’una politica che si dimostri all’altezza dei problemi posti dalla globalizzazione dovrebbe essere di fare in modo che gli europei si accorgano di essere già da molto tempo un solo popolo. È l’Europa nel suo complesso che deve confrontarsi con le altre culture, senza smettere mai di rimanere fedele ai propri principi civili.
 
I vostri commenti
Non ci sono commenti inseriti

area docenti | area clienti | pagamenti & spedizioni | distribuzione | faq | privacy

© 2009 - SCREENPRESS EDIZIONI di Giovanna Crivello - P. IVA 02356180816 - info@screenpress.it

NEWS
 
LINK CONSIGLIATI
Libri e Scrittori
Scrittori Emergenti
Danae libri
Concorsi Letterari
 
TAGS