casa editrice
book on demand
servizi preventivo
contatti
 
 
COLLANE
Academy
E-Colibrì
Excellence
I Memorabili
Parole & Musica
TenerAmente
 
collane a confronto
 
CATALOGO
    SCARICA IN PDF
 
 
NEWSLETTER
ISCRIVITI ALLA
NOSTRA NEWSLETTER!

per ricevere tutte le novita'!!!
 
iscriviti
 
RIFLESSIONI
L'unica gioia al mondo è cominciare. E' bello vivere perché vivere è cominciare, sempre, a ogni istante.
C. Pavese
 
Solo chi non sa dove va può andare lontano.
O. Cromwell
 
E vanno gli uomini ad ammirare le vette dei monti, ed i grandi flutti del mare, ed il lungo corso dei fiumi, e l'immensità dell'Oceano, ed il volgere degli astri...e si dimenticano di sé medesimi.
Sant'Agostino
 
Noi viviamo in contemporanea tre tempi: il presente del passato, che è la storia; il presente del presente, che è la visione; il presente del futuro che è l'attesa.
Sant'Agostino
Il satiro danzante - Pasquale Massimo Fiorenza

Formato: 11 x 18 cm
Rilegatura: brossura fresata

Pagine: 44
Anno: 2011
ISBN: 978-88-96571-28-6
Prezzo: € 6,4

Leggi le prime pagine  
acquista
INVIACI IL TUO COMMENTO
 
Pasquale Massimo Fiorenza

Il satiro danzante
La mia anima tra emozioni e parole
 
Collana: Parole & Musica
Genere: Poesia
 
Pasquale Massimo Fiorenza nasce a Milano nel maggio del 1981 da genitori siciliani, torna nella sua amata isola all’età di sei anni vivendo una normalissima e serena vita prima da bimbo e poi da adolescente, liceo ed università, prima Palermo poi Siena dove si laurea in Scienze giuridiche, con una breve parentesi presso l’università di Granada.
Sembrerebbe un’esistenza tranquilla fin quando, il turbine dell’arte ha amplificato tutto con nuove traversie esistenziali, prima con una breve ma molto intensa parentesi da pittore autodidatta che ha portato la sua esistenza a tingersi di colori acuendo il suo spirito critico fin al punto da traslare le emozioni, date da colori e quadri, in parole che si sono fuse in componimenti scritti di getto.
La cornice di questo quadro, dalle tonalità variegate, passa dal calore freddo di una stanza scarna adibita a studio pittorico in una Siena universitaria, ad una silente biblioteca, allo sguardo di una sconosciuta per strada, al rumoroso vagone di un treno di linea, al calore di una notte con una giovane donna di passaggio nell'arco di una vita, fino ad arrivare alle allucinazioni alcoliche di un periodo dedito al volteggiare dionisiaco tra studio e arte.
Il satiro danzante nasce dalla visione creata da questa frase: “La mia anima è quella di un satiro danzante che balla sui colori dell’alfa e dell’omega”. Da quel momento le Parole presero il sopravvento diventando sempre più padrone della sua esistenza fino al punto di scandire con il loro incedere, passaggi importanti della sua vita artistica ed universitaria.
Ma ora lasciamo spazio ai versi rubati dall'autore cercando con grafemi di creare l'emozione.
PARLANO DI ME
- Centritalia online
-
Book channel
-
Università Siena
-
Siena news
-
Siena libri
-
Agenzia Impress
 
I vostri commenti
Michela Franceschi (28/02/2011)
Nel leggere 'Il Satiro Danzante' di Pasquale Fiorenza ci si rende conto come le parole diano vita ad immagini che si concretizzano nella mente del lettore, siano esse riflesso di emozioni o più semplicemente di una situazione reale. Non può inoltre passare inosservato il suo uso dei versi liberi e l'improvvisa comparsa di rime come macchie di colore sparse qua e là, come pure la presenza di un linguaggio ricercato mescolato con parole più semplici. Tuttavia la ridondanza di alcune parole, quali cuore e amore abbassano leggermente il livello della lirica, ma quasi sempre esse sono sapientemente distanziate e posizionate accanto ad altre per evitare una rima scontata, allorché amore e colore assumono una loro nuova dimensione. Perciò proprio il colore, o meglio, i colori, diventano parte integrante delle immagini che il poeta-pittore trasmette al lettore in maniera molto forte e vivida. Il rosso innanzitutto... colonna portante di molte di queste immagini quali 'la gambe rossastre', il rosso dell'alba e della scintilla, 'rosso rubino di un vino ignorante', ma il rosso soprattutto segno di passione... quella passione che traspare vivida in quasi tutte le sue poesie, 'Sedotto dall'infinito raggio di archi e frecce che Eros continuamente lancerebbe'. Quella stessa passione poco dopo si trasforma in freddezza introspettiva, 'l'Io cangiante che dentro ora gesta'. Un altro colore che si fa strada in maniera forte tra queste parole è il nero, nero che spesso simbolizza la morte. Le parole utilizzate come pennellate di un pittore impressionista, in ordine quasi casuale, ma che con la loro intensità danno vita ad un quadro intriso di significato. Infine non si può non notare l'originalità di un poeta che sa giocare con le parole come se fossero farfalle danzanti.
5/5

area docenti | area clienti | pagamenti & spedizioni | distribuzione | faq | privacy

© 2009 - SCREENPRESS EDIZIONI di Giovanna Crivello - P. IVA 02356180816 - info@screenpress.it

NEWS
 
LINK CONSIGLIATI
Libri e Scrittori
Scrittori Emergenti
Danae libri
Concorsi Letterari
 
TAGS